Notizie

Nel pomeriggio di ieri si è sprigionato un incendio nella raffineria Eni di Sannazzaro de' Burgondi, in provincia di Pavia. Una delle più grandi d'Italia. Le testimonianze raccolte dai media accorsi sul posto raccontano di una palla di fuoco alta decine di metri. Un solo ferito, ma non a causa del fuoco: un operaio che nella fuga, cadendo, si è provocato delle lesioni ad un ginocchio. Le autorità locali hanno detto che non c'è un allarme ambientale, ma il sindaco ha ordinato ai cittadini di restare in casa. 

Nella tarda serata di ieri abbiamo ricevuto un video degli istanti successivi allo scoppio dell'incendio. 

Napoli. Prosegue l'intesa di intenti tra Let's Do It! Italy e l'Aica, l'associazione internazionale di comunicazione ambientale che organizza la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Tema dell’edizione 2016 della Serr è la riduzione dell’impatto ambientale degli imbalaggi. Tema che sarà oggetto di un convegno organizzato dal ramo italiano del movimento ambientale internazionale Let's Do It!

Un incontro che sarà momento di confronto di dati ed esperienze virtuose sul tema della riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi. Nel corso del convegno si cercherà di approfondire le modalità per ridurre gli imballaggi alla base. 

Il convegno "Riduzione dell’impatto ambientale degli imbalaggi" avrà luogo il prossimo 23 novembre alle 10.30 presso la sala Nugnes (palazzo del Consiglio comunale di Napoli, via Verdi 35). Parteciperanno in qualità di relatori Raffaele Del Giudice, vicesindaco con delega all'ambiente al Comune di Napoli, Anna Filomena de Simone, sindaco di Roccarmana, Federica Orio, ingegnere di Ancitel Energia e Ambiente, Francesca Davoli, coordinatrice progetti Aica (Associazione internazionale comunicazione ambientale), Vincenzo Capasso, coordinatore di Let's Do It! Italy. Modererà i lavori il sociologo Roberto Malfatti.

«Il confronto è alla base del cambiamento. Un cambiamento che si innesca nel momento in cui quello che diremo al tavolo del convegno entri a far parte della quotidianità di ognuno di noi. La riduzione dei rifiuti e degli imballaggi nel caso specifico è un obiettivo fondamentale di Let's Do It! e ci avvicina all'azione di pulizia globale in programma in 150 Paesi l'8 settembre 2018», ha dichiarato il coordinatore di Let's Do It! Italy Vincenzo Capasso.

Giunge alle ventesima edizione la rassegna Ecomondo, l'expo ambientale ospitato dalla Fiera di Rimini. Quattro giorni, dall'8 all'11 novembre, di convegni ed incontri dedicati alle varie sfaccettature delle tematiche ambientali. Dalla green economy all'economia circolare alle tecnologie sostenibili.

Ecomondo indirizza le aziende verso i dettami del settimo programma generale di azione europea, come arrivare, entro il 2030, al 70 per cento il riciclaggio carta, plastica, metalli e vetro presenti nei rsu o portare, tra il 2025 e il 2030, al'80 per cento il riciclaggio complessivo degli imballaggi.

All'edizione 2016 sarà presente con una sua delegazione nazionale il ramo italiano del movimento internazionale Let's Do It!

Napoli. Prosegue l’intesa di intenti tra Let’s Do It! Italy e l’Aica, l’associazione internazionale di comunicazione ambientale che organizza la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Tema dell’edizione 2016 della Serr è la riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi. Tema che è stato oggetto del convegno organizzato dal ramo italiano del movimento ambientale internazionale Let’s Do It! e tenutosi questa mattina presso la sala Nugnes (palazzo del Consiglio comunale di Napoli, via Verdi 35).

Al convegno “Riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi” sono intervenuti Raffaele Del Giudice, vicesindaco con delega all'ambiente al Comune di Napoli, Anna Filomena de Simone, sindaco di Roccaromana, Federica Orio, ingegnere di Ancitel Energia e Ambiente, Naike Marengo, coordinatrice progetti Aica (Associazione internazionale comunicazione ambientale), Vincenzo Capasso, coordinatore di Let's Do It! Italy. Ha moderato l’incontro il sociologo Roberto Malfatti.

I dati del 2015 mostrano l’incremento sulle percentuali di raccolta differenziata a e di avvio al riciclo in Italia. Tra i due il dato più importante è il secondo in quanto si basa sulla qualità del materiale conferito. Nel 2015 l’Italia è al 46%, vicino all’obiettivo comunitario del 50% entro il 2020. La Campania ha fatto registrare negli ultimi anni un miglioramento delle proprie performance ambientali in linea con la media nazionale, anche con le singole province. 

«I dati e le esperienze raccontate questa mattina segnano un solco nella direzione giusta, quella del cambiamento in positivo. Bisogna proseguire su questa strada nella riduzione dei rifiuti e degli imballaggi nel caso specifico. Un lavoro che porteremo avanti tenendo la barra fissa sull’azione di pulizia globale in programma in 150 Paesi l’8 settembre 2018», ha dichiarato il coordinatore di Let’s Do It! Italy Vincenzo Capasso.

Comunicato Stampa

Facebook

JoomBall - Cookies