Notizie

Recycle Fashion

Napoli. "Riduci, riusa, indossa". Questo lo slogan che accompagna l'evento "Recycle fashion". Un metodo nuovo ed innovativo di fare moda, attraverso il riutilizzo di materiali non usuali, scarti di sartoria od anche rifiuti veri e propri. 

Promossa dal movimento ambientale Let's Do It! Italy l’iniziativa avrà luogo alle 19 del prossimo 18 settembre presso il Miramare, club sulla spiaggia vesuviana di Torre del Greco, in provincia di Napoli.

«Stiamo lavorando a questo progetto da quasi un anno. Ci abbiamo investito molte delle nostre forze perchè crediamo che sia necessario comunicare la nostra idea di salvaguardia ambientale anche attraverso modalità diverse dalle canoniche. Le tematiche ambientali riguardano tutti e dunque è necessario coinvolgere un pubblico eterogeneo», ha dichiarato il coordinatore di Let's Do It! Italy, Vincenzo Capasso.

I partecipanti. Gli abiti che sfileranno sono stati realizzati da Anna Capillari, Emy Cuomo, Mara Galiero, Mariangela Matrone, Teresa Papa. In passerella ci saranno accessori di re design realizzati da Sara Inserviente e Imma Scebi. Le acconciature saranno a cura di Vittorio Marotta e Antonio Pernice, mentre il trucco a cura di Rosa Falco.

Ha aderito al progetto la Casa circondariale di Arienzo, attraverso un laboratorio coordinato dall'associazione di volontariato Koinè. L'evento è supportato da Servizi ambientali Faiella.

Previous Next

Una domenica di impegno sui territori nell'area nord di Napoli. Prima un sopralluogo ad una discarica sulla strada provinciale all'altezza di Casoria, in provincia di Napoli, in compagnia di Agriambiente Campania. Lì sono stati rinvenuti dai rifiuti urbani ai residui di lavori edili fino a rifiuti speciali. A seguire un'azione di pulizia a Succivo, in provincia di Caserta, assieme alle associazioni Pro.te.neo e Regno delle due Sicilie, coordinate da Stefano Nillo. Rifiuti urbani, pneumatici fuori uso, un frigorifero. Questi sono l'esempio di una parte dei rifiuti recuperati a Succivo. Finanche l'amianto, immediatamente segnalato alle autorità competenti attraverso l'app di Sma Campania con cui Let's do it! Italy ha un protocollo d'intesa ed anche attraverso Trashout, l'app per la mappatura di discariche in tutto il mondo, realizzato da Let's do it! World e Greenpeace.

Let's do it! Italy promuoverà il sì

Napoli. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto che indice il referendum sulle trivelle per il prossimo 17 aprile. In particolare ai cittadini italiani sarà chiesto di votare sull'abrogazione del comma 17, terzo periodo, dell'articolo 6 del dlgs n. 152 del 2006  e nella fattispecie sulle parole “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”.

«Abbiamo accolto con favore la scelta del Presidente Mattarella di firmare il decreto per indire il referendum – ha dichiarato il coordinatore di Let's do it! Italy Vincenzo Capasso – in quanto è necessario che su questioni così importanti per il futuro dell'ambiente e dell'uomo i cittadini possano dire la propria. Noi voteremo sì, per allontanare il rischio di incidenti rilevanti nei mari italiani, già inquinati. Il tempo a disposizione per informare le persone che andranno al voto è poco, ma proveremo a fare la nostra parte assieme alle altre organizzazioni ambientali». 

Il tema delle trivellazioni è molto più ampio e complesso rispetto a quello sul quale si chiederà il pronunciamento referendario, ma la decisione di affidarsi al voto dei cittadini è un passo in avanti importante.

Non solo trivellazioni. «Il tema è sulla cresta dell'onda, ma non è l'unico aspetto ambientale da tenere sotto la lente d'ingrandimento. Siamo speranzosi che il capo dello Stato si impegni anche sul tema delle emissioni inquinanti delle automobili sul quale abbiamo lanciato una petizione la scorsa settimana», ha aggiunto Vincenzo Capasso.

Comunicato stampa

Facebook

JoomBall - Cookies